Rassegna Stampa del 17 gennaio 2020

a
A cura di: GEOMETRA LUCA FE'

IL PROMITTENTE VENDITORE TACE AL PROMISSARIO ACQUIRENTE LA PROVENIENZA DONATIVA DELL’IMMOBILE: CONSEGUENZE

Con la sentenza nr. 32694/2019, pubblicata il 12 dicembre 2019, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla legittimità o meno del rifiuto da parte del promissario acquirente di un immobile di stipulare l’atto definitivo, nel caso in cui, successivamente alla stipula del preliminare, viene a conoscenza che l’immobile promesso in vendita è pervenuto al promissario venditore per donazione.

Fonte: www.news.avvocatoandreani.it

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA: ENTRO QUANDO PUÒ ESSERE IMPUGNATO?

Entro quando può essere impugnato un permesso di costruire in sanatoria?
Cosa significa “piena conoscenza” e quali sono i tempi da rispettare?
Domande a cui ha risposto la Sezione Sesta del Consiglio di Stato con la sentenza nr. 191 del 9 gennaio 2020 che ha accolto l’appello incidentale proposto dalla società controinteressata, relativo alla richiesta di riforma di una sentenza di primo grado concernente un diniego del permesso di costruire in sanatoria.

Fonte: www.lavoripubblici.it

CARTELLO DI CANTIERE: DALLA DATA DI APPOSIZIONE DECORRE IL TERMINE PER L'IMPUGNAZIONE DEI TITOLI DA PARTE DEL VICINO?

Sul punto il T.A.R. barese precisa che il dies a quo ai fini della decorrenza del termine di impugnazione dei titoli edilizi va individuato nel momento in cui il soggetto, che assume di esser leso dai menzionati titoli, ha acquisito con certezza piena conoscenza degli stessi.
Il giudice di appello ha sancito, ai fini della decorrenza del termine di impugnazione di un permesso di costruire da parte di terzi, che la percezione dell’effetto lesivo si atteggi diversamente a seconda che si contesti l’illegittimità del titolo per il solo fatto che esso sia stato rilasciato ovvero che se ne contesti il contenuto specifico.

Fonte: www.studiolegalemarella.it

TESTO UNICO EDILIZIA 2020: DISPONIBILE LA VERSIONE AGGIORNATA DEL DPR NR. 380/2001

Con la conversione del Decreto-Legge 24 ottobre 2019, nr. 123, recante "Disposizioni urgenti per l'accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici" (Gazzetta Ufficiale 24/10/2019, nr. 250) sono state apportate nuove modifiche al Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, nr. 380 cosiddetto Testo Unico Edilizia.
In particolare, l’art. 9-quater del D.L. nr. 123/2019 ha modificato l'art. 94-bis del Testo Unico Edilizia che era stato precedentemente introdotto dal decreto-legge 18 aprile 2019, nr. 32 (c.d. Sblocca Cantieri), convertito dalla Legge nr. 55/2019.

Fonte: www.lavoripubblici.it

SCIA, È SUFFICIENTE PER TRASFORMARE UN’ABITAZIONE IN STUDIO MEDICO?

Eccoci al primo appuntamento del 2020 con la rassegna sentenze:
1)  Eseguire scavi e fondazioni basta ad evitare la decadenza del permesso di costruire?
2)  Una veranda invece richiede permesso di costruire?
3)  Oneri con aumento del carico urbanistico, quando sono dovuti?
4)  Box realizzati con recinzioni metalliche, è attività edilizia libera?

Fonte: www.ediltecnico.it

SANATORIA EDILIZIA E COMPATIBILITÀ PAESAGGISTICA: ATTENTI ALLE DIFFERENZE! QUANDO SI PUÒ FERMARE LA RUSPA?

Urbanistica, sanatorie, compatibilità paesaggistica, stop alla demolizione: di tutto e di più dentro la sentenza nr. 34/2020 del Tar Campania dello scorso 3 gennaio, relativa al ricorso contro la demolizione di un manufatto di circa 45 mq., adibito a residenza del custode, con opere tutte da tempo ultimate e per le quali il ricorrente aveva presentato richiesta di accertamento di conformità della compatibilità paesaggistica.

Fonte: www.ingenio-web.it

INTERVENTI ANTI-BARRIERE ARCHITETTONICHE: CHIARIMENTI SULL'ALIQUOTA IVA

La realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento o all'eliminazione delle barriere architettoniche può beneficiare dell'aliquota IVA ridotta del 4 per cento, nella misura in cui le stesse rispondano alle peculiarità tecniche indicate dall'articolo 8.1.13 del D.M. nr. 236 del 1989.
Altrimenti deve essere applicata l'aliquota del 10 per cento.

Fonte: www.casaeclima.com

SERRAMENTI, SUL SITO DI ACCREDIA GLI ELENCHI DEI POSATORI CERTIFICATI

Sul portale di Accredia sono online gli elenchi dei primi 117 posatori di serramenti certificati secondo la norma UNI 11673.
Ricordiamo che il 26 settembre 2019 sono state pubblicate le parti 2 e 3 della norma UNI 11673 relativa alla posa in opera di serramenti.

Fonte: www.casaeclima.com

L’OMESSA DENUNCIA DELLE OPERE STRUTTURALI E IN ZONA SISMICA NON È SANABILE A POSTERIORI

Secondo la Corte di Cassazione la mancata denuncia delle opere strutturali e in zona sismica non può essere sanata con il deposito “postumo” della documentazione relativa alle opere realizzate.

Fonte: www.legislazionetecnica.it

PERMESSO EDILIZIO ED IDONEO TITOLO DI GODIMENTO SULL'IMMOBILE

Ai sensi dell’art. 11 d.P.R. nr. 380/2001 il Comune, nel verificare l'esistenza in capo al richiedente un permesso edilizio di un idoneo titolo di godimento sull'immobile, non deve risolvere eventuali conflitti di interesse tra le parti private in ordine all'assetto proprietario (né, ovviamente può, in quella sede, dirimere contrasti con il Comune medesimo), ma deve accertare soltanto il requisito della legittimazione soggettiva di colui che richiede il permesso, sulla base della documentazione presentata.

Fonte: www.lexambiente.it

DISTANZE PER APERTURA VEDUTE E BALCONI: LE REGOLE SI APPLICANO ANCHE NEI CONDOMINI? LE DISCRIMINANTI

L’art. 1102 c.c., che regola l'uso della cosa comune, prevale sempre sulle disposizioni in materia di distanze per l'apertura di balconi e vedute ex artt. 905 e seguenti.
È questa l’importante “massima” contenuta nella sentenza nr. 31412/2019 dello scorso 5 dicembre della Corte di Cassazione, cha ha accolto il ricorso del proprietario di un appartamento condominiale.

Fonte: www.ingenio-web.it

BONUS VERDE: ISTRUZIONI PER LA DETRAZIONE IRPEF

Fra le detrazioni al 36% relative ai redditi 2019 sono inclusi gli interventi di manutenzione straordinaria del verde (legge 205 del 2017 art. 1 comma 12-15).
Il Bonus Verde è stato confermato anche per il 2020 ed è normato dalla Legge di Bilancio.

Fonte: www.donnegeometra.it

VALUTAZIONE DELLA NATURA PERTINENZIALE O MENO DI UN MANUFATTO

Per valutare la natura pertinenziale o meno di un manufatto l'accezione civilistica di pertinenza non è utilizzabile, essendo il relativo concetto più ampio di quello applicato nella materia urbanistico-edilizia.
Quindi, la pertinenza urbanistico-edilizia è configurabile allorquando sussista un oggettivo nesso che non consenta altro che la destinazione della cosa ad un uso servente durevole e sussista una dimensione ridotta e modesta del manufatto rispetto alla cosa in cui esso inerisce.

Fonte: www.lexambiente.it